clicca per ingrandire

San Gavino Monreale, 1946-1948

Manutentori della fonderia. Tra i lavoratori accovacciati: Peppino Esu, un certo Caboni, Armando Garau (suocero del signor Mariano Nigliazzo, che ha spedito la foto) e Mario Dessì. L’uomo con la barba era Tomaso Matta. “Tutti senza guanti contro l’avvelenamento da piombo”.

Condividi sui social